7 gennaio 2020 - Software

Microsoft, ecco i software che “moriranno” nel 2020

Microsoft, ecco i software che “moriranno” nel 2020

Non solo Windows 7, sono diversi i software di Microsoft che raggiungeranno la fine della loro vita nel 2020. 
Anche diverse versioni di Windows 10 arriveranno a “fine corsa”.
 
Fine vita che in gergo viene detto EOL, ossia End Of Life, e che non significa che i software smetteranno di funzionare improvvisamente, ma solo che Microsoft non fornirà più fix per eventuali problemi, patch di sicurezza per le vulnerabilità scoperte o supporto tecnico.
 
La casa di Redmond sta avvisando da diverso tempo gli utenti dei software in questione di passare a nuove versioni o soluzioni più aggiornate e sicure, ma per chi fosse stato poco attento, ecco un riassunto che parte da quei software compresi nel programma Extended Security Update (ESU), ossia un’estensione a pagamento degli aggiornamenti di sicurezza per 3 anni oltre la data EOL.
 
Windows 7 e Windows Server 2008 / 2008 R2 sono solo alcuni dei prodotti che quest’anno non saranno più supportati da aggiornamenti automatici ma potranno ricevere update ESU. 
Aggiornamenti che Microsoft però riserva solo a chi ha disponibilità economica, e quindi ad aziende di piccole, medie e grandi dimensioni, a cui si aggiungono gli enti governativi. 
 
Ecco una lista:
Windows Server 2008 e 2008 R2: 14 gennaio 2020
Windows 7: 14 gennaio 2020
Windows 7 Professional for Embedded Systems: 14 gennaio 2020
Windows Embedded Standard 7: 13 ottobre 2020
Fine del supporto, ma assenza di programma ESU, per i seguenti software:
 
Exchange Server 2010: 14 gennaio 2020
Office 2010: 13 ottobre 2020
SharePoint Server 2010: 13 ottobre 2020
Project Server 2010: 13 ottobre 2020
 
Ci sono però prodotti che “sfuggono” a queste regole e sono quelli che Microsoft fa rientrare sotto la “Modern” e “Fixed Policy”. 
Andiamo con ordine. 
La Modern Policy copre prodotti e servizi che vengono costantemente supportati e per cui Microsoft fornisce una notifica per almeno 12 mesi prima di interrompere il supporto se non è disponibile alcun prodotto o servizio sostitutivo.
 
I seguenti sono i prodotti più importanti coperti dalla Modern Policy che saranno ritirati nel corso dell’anno, anche se la lista è certamente più lunga:
Windows 10 1709 (Enterprise, Education, IoT Enterprise): 14 aprile 2020
Windows 10 1809 (Home, Pro, Pro for Workstation, IoT Core): 14 aprile 2020
Windows Server 1809 (Datacenter Core, Standard Core): 14 aprile 2020
Windows 10 1803 (Enterprise, Education, IoT Enterprise): 10 novembre 2020
Windows 10 1903 (Enterprise, Home, Pro, Pro for Workstations, IoT Enterprise): 8 dicembre 2020
Windows Server 1903 (Datacenter, Standard, IoT Enterprise): 8 dicembre 2020
La Fixed Policy riguarda invece i software attualmente disponibili al dettaglio o sotto forma di licenza in volumi. Questa politica garantisce almeno 10 anni di supporto – 5 anni mainstream e 5 estesi – con alcune eccezioni. Ecco la lista dei software che ricadono in questa categoria:
 
Hyper-V Server 2008, Hyper-V Server 2008 R2, Windows 7, Windows Server 2008 R2, Windows Server 2008: 14 gennaio 2020
Internet Explorer 10: 31 gennaio 2020
Excel 2010, Excel Home and Student 2010, Office 2010 (tutte le edizioni), Word 2010, Office Home & Business 2016 for Mac, Office Home & Student 2016 for Mac e Office Standard 2016 for Mac: 13 ottobre 2020
 
Diversi software passeranno invece dal supporto mainstream a quello esteso. 
Si tratta di un periodo di tempo minimo di 5 anni in cui Microsoft garantisce fix di sicurezza gratuiti, mentre altri tipi di update e supporto sono a pagamento.
 
La lista è piuttosto lunga, rimaniamo alle soluzioni più diffuse e importanti:
Exchange Server 2010 (tutte le edizioni), Exchange Server 2016 (Enterprise, Standard), Office Home and Business 2016, Office Home and Student 2016, Office Professional 2016, Office Professional Plus 2016, Office Standard 2016, Skype for Business 2016, Windows 10 Enterprise 2015 LTSB, Windows 10 IoT Enterprise 2015 LTSB, Windows Defender Antivirus for Windows 10, Windows Defender Exploit Guard: 13 ottobre 2020

Fonte: www.tomshw.it

Tutte le news


Filtra per categoria:


Pag | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | >